1. ANAMNESI

Scarica

2. CONFERMA
l’allergeni più comuni sono:1

3. GESTIONE

Piano d'azione

Scarica

Consulenza sui modi per ridurre l’esposizione

Scarica

Gestione

Confermi i fattori scatenanti probabili

Interpreti i risultati dei test congiuntamente all'anamnesi. "Un risultato di IgE specifiche ≥0,1 kUA/L indica una sensibilizzazione

Following the confirmation of triggers consider the following guidance:

Paziente con...**

Asma e allergia confermata verso gli acari della polvere

  • Offrire consiglio su come ridurre l'esposizione3
  • Considerare l’assunzione regolare di antistaminici e steroidi nasali se i sintomi persistono

Asma e allergia confermata verso pollini/muffe

  • Offrire consiglio su come ridurre l'esposizione a specifici pollini o muffe
    Scarica
  • Considerare antistaminici quotidiani stagionali e steroidi nasali mirati al picco della stagione dei pollini/delle muffe
    Scarica
  • Ai pazienti con una sensibilizzazione alle muffe, in particolare all'Alternaria Sp., offrire consigli su come minimizzare l'esposizione prima e dopo i temporali4
  • Considerare di adattare i farmaci per l'asma

Asma e allergia confermata verso gli animali domestici

  • Provide exposure reduction advice to the specific pets
    Visit Allergy UK
  • Ottimizzare il trattamento e considerare assunzione regolare di antistaminici

Asma e allergia alimentare confermata

  • Rinviare a consulto specialistico
  • Assicurarsi che l'asma del paziente sia ben controllata e considerare di prescrivere un autoiniettore di adrenalina

*Lo skin prick test va effettuato presso una struttura in grado di gestire un'eventuale reazione anafilattica2

**Contenuti adattati dal modello per l'anamnesi di asma approvato dagli Eesperti. Click here to download

Piani d'azione stampabili

Per assicurarsi che il proprio paziente segua i consigli dati, è importante consegnargli un piano d'azione.

Scarichi questi piani d'azione per avere un'utile guida alla gestione dei pazienti allergici:

  • Piano d'azione per le allergie Scarica
  • Piano d’azione per l’anafilassi Scarica
  • Piano d’azione per l’anafilassi nei bambini Scarica

L'IDENTIFICAZIONE E LA GESTIONE DELLE ALLERGIE POSSONO MIGLIORARE I RISULTATI PER I PAZIENTI ASMATICI

L’identificazione e la gestione delle allergie possono migliorare la cura dell’asma:

  • Riduzione del 22% dell’assistenza non programmata in pazienti con malattie allergiche in 12 mesi5
  • Riduzione del 13% dei casi di incidenti e visite di emergenza per patologie respiratorie e allergiche5

L’evitamento o la desensibilizzazione degli allergeni migliora i sintomi nei pazienti con asma:

  • Riduzione del 30% dei sintomi di asma a seguito del miglioramento dell’ambiente interno6

Opinione dell’esperto: Il professor Somnath Mukhopadhyay discute di come la riduzione dell’esposizione agli allergeni influenzi il controllo dell’asma

L’IDENTIFICAZIONE E LA GESTIONE DELLE ALLERGIE POSSONO RIDURRE L’UTILIZZO DI FARMACI

L’esame del sangue delle IgE specifiche iniziale riduce l’utilizzo di farmaci
nell'arco di due anni:7

  • L’esame del sangue per il dosaggio delle IgE ha migliorato l’accuratezza della diagnosi dal 30-65% all’85-97% utilizzando solo l’anamnesi del caso e l’esame obiettivo7
  • I risultati positivi delle IgE si possono utilizzare come orientamento in merito alle raccomandazioni per l'esclusione degli allergeni e alla scelta del trattamento7

*La base per la valutazione economica e il modello di decisione clinica era uno studio clinico non randomizzato per valutare l’aggiunta di esami del sangue per il dosaggio delle IgE specifiche nell’ambito della gestione corrente da parte dei medici di base di 721 bambini con sintomi respiratori e/o cutanei in Spagna e Italia7

LA RIDUZIONE DELL’ESPOSIZIONE AI FATTORI SCATENANTI DELL’ASMA RIDUCE LE RIACUTIZZAZIONI GRAVI

  • Il rischio di ulteriori riacutizzazioni dell’asma che richiedono una visita/una degenza in ospedale è stato ridotto del 45% nei bambini con letto e biancheria da letto (materasso, cuscino e coperta/piumone) dotati di coperture antiacaro con impermeabilità agli allergeni (HR dello 0,55, IC al 95% dello 0,36-0,85, p=0,006)3
  • Nel gruppo attivo, il 29,3% dei bambini si è presentato in ospedale con una o più riacutizzazioni gravi dell’asma rispetto al 41,5% dei pazienti nel gruppo placebo (OR dello 0,58, IC al 95% dello 0,34-0,99, p=0,047)
  • Non vi è stata differenza tra i gruppi nel rischio di utilizzo di Steroidi orali per le riacutizzazioni dell’asma (HR dello 0,82, IC al 95% dello 0,58-1,17, p=0,28)3

Risultati di uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo a gruppi paralleli sull'effetto delle coperte da letto impermeabile agli acari sul rischio di gravi riacutizzazioni dell’asma nei bambini asmatici sensibilizzati agli acari di età compresa tra 3 e 17 anni condotto in 14 ospedali nel nord-ovest dell’Inghilterra.

L'ONERE DELL'ASMA

300 million people
300 milioni
di persone

L'asma colpisce circa 300 milioni di persone in tutto il mondo.3 5.4 milioni di persone del Regno Unito4. Oltre l'80% delle persone affette da asma soffrono dirinite3

300 million people
Rischio maggiore di
anafilassi fatale

I pazienti affetti da asma, e da allergia alle arachidi o alle frutta a guscio soffrono di un rischio maggiore di anafilassi fatale5,6. È stato dimostrato che una diagnosi precoce seguita da una gestione attiva della malattia può ridurre i costi legati all'asma di oltre il 50%3

300 million people
Ancora oggi, ogni giorno muoiono
3 persone a causa dell'asma

Il NHS (il servizio sanitario nazionale nel Regno Unito) spende circa 1 miliardo di euro all'anno per il trattamento dei pazienti affetti da asma. Nonostante ciò, le esacerbazioni dell'asma causano il ricovero di una persona ogni 8 minuti, e di un bambino ogni 20 minuti In media 3 persone muoiono a causa dell'asma ogni giorno6


Consiglierebbe questo contenuto?

Vota questo contenuto

Per favore, selezioni un’opzione
Grazie per la Sua risposta
Bibliografia
  1. Allen-Ramey F, et al. J Am Board Fam Pract 2005;18(5):434-439.
  2. Host A, Halken S. Allergy 2000;55:600-608.
  3. Pawankar R (Ed), et al. White book on allergy, 2011; World Allergy Organisation UK.
  4. Simons FER, et al. Int Arch Allergy Immunol 2013; 162: 193-204.
  5. Punekar YS and Sheikh A. Clin Exp Allergy 2009; 39:1889-1895.
  6. Asthma UK. Available from https://www.asthma.org.uk/about/media/facts-andstatistics/;last accessed April 2017.
  7. Why asthma still kills ? the National review of Asthma Deaths (NRAD), Confidential Enquiry report ? May 2014. Available from: https://www.rcplondon.ac.uk/sites/default/files/whyy-asthma-still-kills-full-report.pdf last accessed April 2017.
  8. Ciprandi G, et al. Eur Ann Allergy Clin Immunol 40(3); 2008: 77-83.
  9. Eggleston PA. lmmunol Allergy Clin North Am 2003;23(3):533-547.
  10. Wickman M. Allergy 2005;60 (suppl 79):14-18.
  11. Morgan WJ, et al. N Engl J Med. 2004;351(11):1068-1080.
  12. Zethraeus N, et al. Italian Journal of Pediatrics 2010;36:61.
  13. Liao, et al. Journal of School Health. 2006; 76(6):313-319.
  14. Janson, et al. J Allergy Clin Immunol 2009;123:840-6.
  15. Griffin R, et al. Clin Exp Allergy 2014;45:492-540(O.6).
  16. Smith HE, et al. J Allergy Clin Immunol 2009;123:646-50.
  17. National Institute for Health and Clinical Excellence. Food allergy in children and young people (CG116). 2011. London: National Institute for Helth and Clinical Excellence.
  18. D'?Amato G, et al. Clin Exp Allergy 2016;46:390-396.
  19. Murray CS, et al. Am J Respir Crit care Med 2017; doi: 10.1164/rccm.201609-1966OC [Epub ahead of print].

Interessato al nostro Allergy/Autoimmunity Education?

Inviando questo modulo, acconsente alla raccolta e al trattamento dei Suoi dati personali da parte di Thermo Fisher Scientific.

Desideriamo informarLa inoltre che la gestione dei dati personali è effettuata mediante l'utilizzo del database sindacato OpenData operato da Veeva Systems Inc., per assicurare che le informazioni di contatto siano sempre aggiornate. Per questo motivo gli utenti del database OpenData potrebbero avere accesso alle Sue informazioni personali (generalità, professione, titolo di studio, indirizzo); qualora un utente segnalasse una variazione di questi dati, la stessa sarà condivisa con OpenData per garantire la correttezza delle informazioni disponibili nel database. I relativi server di Veeva Systems Inc. sono situati nell'Unione Europea.
Per chiarimenti o domande sul trattamento dei dati, o per esercitare i Suoi diritti contenuti nella nostra Informativa sulla Privacy, la preghiamo di contattarci alla casella di posta elettronica: dataprivacy@thermofisher.com

I tuoi dati sono stati inviati con successo.